Appennino COAST to COAST

Scenografia naturale di "Appennino COAST to COAST" sono gli splendidi territori incontaminati che vanno dall'alto tavoliere delle Puglie fino alle coste frastagliate della Basilicata, passando per i suggestivi paesaggi Campani. un viaggio che da Nord a Sud attraversa tutto l'appennino meridionale con i suoi luoghi incontaminati alla riscoperta di percorsi per un turismo fatto di unicità e natura Manfredonia e la piana di Foggia Il territorio di Manfredonia è caratterizzato sia dalla bassa costa sabbiosa del golfo di Manfredonia che per la natura montuosa della parte settentrionale, inclusa nel Parco Nazionale del Gargano. Numerosi reperti, tra i quali i più significativi sono le stele daunie, lastre funebri scolpite dell’VIII – VI secolo a.C., attestano che la piana a sud del Gargano era abitata sin da epoca neolitica. L’area fu sede di un importante insediamento dauno, Siponto. L’attuale territorio comunale di Foggia faceva parte del più grande villaggio del neolitico, e tra i più datati, in Europa, risalente al periodo tra il VI e il IV millennio a.C., culla dell’agricoltura in Italia. In questo contesto è possibile ammirare la natura incontaminata della Riserva Regionale di Bosco Incoronata nelle cui vicinanze sorge il complesso religioso della Madonna dell'Incoronata. Il Vulture, l'Irpinia e le Terre Federiciane Maestoso, sovrasta tutta la parte Nord della Basilicata mostrandosi nelle sue lussureggianti tonalità verdi, il Monte Vulture è il punto di riferimento di ogni viaggiatore e visitatore di queste terri. Natura ma anche tanta storia legata a personaggi illustri che hanno visutto queste terre: da Federico II a San Gerardo Maiella e passando per Francesco Saverio Nitti e Giustino Fortunato. Il territorio dell'alta montagna potentina Intorno al capoluogo di regione più alto d'Italia ancora si conservano intatti paesaggi naturali e reperti storici di indubbia bellezza. Ancora perfettamente custodite sono le tradizioni e la cultura di un mondo contadino orgoglioso della propria appartenenza. Un territorio che ha conosciuto negli ultimi decenni una profonda trasformazione, conseguenza inevitabile della crescita economica e demografica della città di Potenza. L'Alta Val d'Agri Una valle che si perde a vista d'occhio come un fiume verde abbracciato dai rilievi montuosi che lo custodiscono. Colpisce l’incredibile varietà di ambienti incontaminati. Siamo di fronte ad una delle valli più belle e caratteristiche dell'Italia Meridionale, situata nella zona sud-occidentale della Basilicata, è in gran parte compresa nei confini del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano. In particolare il territorio è dominato da due monti: il Volturino (1856 m.) ed il Monte di Viggiano (1725 m.) sul quale si trova il Santuario della Madonna di Viggiano, uno dei più noti siti mariani di tutta l'Italia. Se le bellezze naturali sono innumerevoli, notevoli sono anche i siti archeologici, storici e culturali: Grumentum e il suo parco archeologico ne è l’esempio concreto ma anche Spinoso con il suo prezioso patrimonio culturale e storico. Il Cilento Panorami marittimi mozzafiato ed incontaminati si sposano con le montagne che accarezzano il mare e che sono il preludio alle pianure altamente fertili del basso salernitano. Territori ricchi e fertili che però conservano ancora intatti le tradizioni, gli usi ed i costumi di un tempo. L'ecosistema montuoso-marittino di Maratea E' l'estremo lembo Sud-Ovest della Basilicata. Un angolo poco consociuto al turismo di massa ma ben frequentato da un turismo di elite alla ricerca di tranquillità e natura. Le coste sono apprezzate per essere state preservate in tutti questi anni dall'abusivismo selvaggio. E su tutti svetta in cielo la statua di San Biagio in un abbraccio struggente e pieno di speranza nel futuro.