L'arte del tiro con l'arco a cavallo

Arciere a cavallo

Concentrazione, destrezza, ottima padronanza del cavallo. Queste le dote che si rendono necessarie per coloro che vogliono praticare questo sport. E i ragazzi del Gruppo Lucano degli Arcieri a Cavallo ce l'hanno messa proprio tutta. Un grande spettacolo per un gruppo di atleti che conta ragazzi e ragazze di tutte le età .... la più piccola ha solo 12 anni. Tanti gli applausi e le acclamazioni di un pubblico molto attento ed accorso numeroso allo stadio di San Severino Lucano, nel cuore del Parco Nazionale del Pollino.

Tiro con l'arco a cavallo

L'utilizzo dell'arco a cavallo è una disciplina complessa che richiede forti doti di equilibrio ma, innanzitutto, richiede una profonda conoscenza del cavallo ed un connubio unici. "L'uomo ed il cavallo ..... un tutt'unico che si muove all'unisono". Tanti i richiami storici: dagli indiani, o meglio pellerossa d'America, che nelle vaste praterie utilizzavano il cavallo sia per i lunghi sposamenti che per le brevi batture di caccia, agli eserciti dei primi del millennio che in Europa ed in Asia vedevano nelle truppe a cavallo i punti di forza necessari per vincere le battaglie ed anche le guerre. "Movimento radipi ed incursioni veloci in grado di sorprendere l'avversario". E il tiro o la disciplina specifica non è sempre la stessa. Un tiro sfrecciato con l'arco in movimento può essere un tiro istintivo ma anche studiato nei minimi particolari senza tralasciare l'ambiente esterno quali il vento, la temperatura, la tipologia di terreno su cui si sta cavalcando. Oggi il tiro con l'arco sta sempre di più rappresentando un sport all'aria aperta molto in voga fra i giovani cavallerizzi che praticano lo sport a cavallo. Concentrazione, studio, coordinazione non sono sempre doti naturali e che, comunque, vanno coltivate con dedizione per un impegno costante in grado di dare i frutti sperati.