“Percorrendo” la biodiversità del Pollino

Domani 6 aprile torna “Il tratturo dei frutti antichi”, una giornata dedicata alla biodiversità agricola del Parco Nazionale del Pollino. L’evento è stato organizzato l’evento dall’Alsia, l’Agenzia Lucana di Sviluppo ed Innovazione in Agricoltura, con la sua Azienda Agricola Sperimentale Dimostrativa “Pollino” di Rotonda (PZ), in collaborazione con il Parco Nazionale del Pollino, l’amministrazione di San Severino Lucano e l’Associazione di agricoltori custodi “Vavilov”.Giunta alla quinta edizione, la manifestazione si svolgerà in agro di San Severino Lucano, cuore del Pollino, con lo scopo di recuperare, tutelare e valorizzare la biodiversità di interesse agrario di quello straordinario comprensorio, sensibilizzando sull’argomento la popolazione residente e i giovani in età scolare. L’appuntamento con “Il tratturo dei frutti antichi” è previsto per le ore 9,30 presso il sito di conservazione seminaturale di “Frida”: in quella località sono stati realizzati negli anni scorsi più di 500 innesti di 150 varietà di pero e melo su semenzali spontanei.Nel corso della giornata, sono inoltre previste interessantissime attività dimostrative sugli innesti, con la partecipazione degli agricoltori custodi dell’Associazione “Vavilov” e degli studenti delle scuole agrarie. Un'ottima occasione dunque per conoscere le ricchezze del Pollino e scoprire i segreti dell'agricoltura.

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su Google+